, ,

95°esimo ALPINI SOVICO – 26 aprile 2024

Conoscete le origini del Cappello degli alpini?

Il cappello degli Alpini è calabrese: l’origine di un copricapo ricco di storia.
Durante il Risorgimento il tipico berretto con la penna era indossato dai rivoluzionari di Cosenza e Reggio. Da allora divenne simbolo di ribellione e venne esaltato anche da  Giuseppe Verdi nell’opera Ernani facendo indossare al protagonista il cappello verde con la penna nera.

E il quaderno di cucina degli alpini?

E’ una raccolta di ricette di piatti che gli Alpini mangiavano durante la prima e la seconda Guerra Mondiale, abbraccia un arco di tempo che va dalla prima Guerra Mondiale alla fine della seconda.

Prende spunto dalle fonti letterarie di autori che sono stati Alpini, ma anche dalla consultazione di ricettari e riviste d’epoca. Pur non avendo una pretesa scientifica, ci racconta aneddoti legati al corpo degli Alpini, profondamente legato al territorio di cui conserva l’aspetto conviviale del mangiare e del bere come momento fondamentale della vita comune.

Sapevate che esiste un fact – book degli alpini?

Chiamato anche il “Libro verde della solidarietà” è il riassunto di quanto viene fatto ogni anno dagli alpini di tutta Italia e viene pubblicato dal 2001.